Previsione del cancro

Panoramica

Il cancro può essere trattato molto bene per molte persone. In realtà, più persone che mai vivono una vita piena dopo il trattamento del cancro, ma è importante notare che il cancro viene diagnosticato in una fase precoce, prima che abbia avuto la possibilità di crescere o di diffusione è più probabile che sia provare con successo. Se il tumore si è diffuso, il trattamento diventa più difficile e, in generale, le possibilità di sopravvivenza di una persona sono molto più basse.

I fattori prognostici e predittivi sono usati per aiutare a sviluppare un piano di trattamento e predire il risultato:

  • Un fattore prognostico è una caratteristica del cancro (come la dimensione del tumore) o una caratteristica della persona (come la sua età) che può influenzare il risultato.
  • Un fattore predittivo può aiutare a prevedere se un tumore risponderà a un determinato trattamento. Alcuni farmaci funzionano solo se le molecole (come le proteine) si trovano dentro o dentro le cellule tumorali.

Fattori che influenzano la prognosi del cancro

Ci sono diversi fattori che influenzano la prognosi di un cancro. I fattori prognostici favorevoli possono avere un effetto positivo sul risultato. I fattori prognostici sfavorevoli possono avere un effetto negativo sul risultato.

Questi sono alcuni importanti fattori prognostici correlati al cancro:

  • Tipo di cancro
  • Sottotipo di cancro in base al tipo di cellule o tessuto (istologia)
  • Dimensione del tumore
  • Quanto lontano e dove si è diffuso il cancro (stadio)
  • Quanto velocemente crescono le cellule tumorali (grado)

Questi sono importanti fattori prognostici correlati alla persona con diagnosi di cancro:

  • Età e sesso
  • Qualsiasi problema di salute e salute in generale
  • La capacità di eseguire attività quotidiane come la cura delle esigenze fisiche (stato delle prestazioni)
  • Qualsiasi perdita di peso e come è stata persa
  • Quanto bene possono far fronte agli effetti collaterali del trattamento
  • Risposta al trattamento

Tipi di statistiche di sopravvivenza

I medici guardano spesso a studi che misurano la sopravvivenza per un particolare tipo di cancro, stadio o gruppo a rischio.

Tieni presente che le statistiche sulla sopravvivenza del cancro sono solo stime molto generali basate su un gran numero di persone affette da cancro. La sopravvivenza sarà molto diversa a seconda del tipo e dello stadio del tumore. Inoltre, le statistiche si basano su dati di diversi anni fa e potrebbero non mostrare l’impatto dei recenti progressi nel trattamento di un certo cancro. È anche possibile che non tengano conto delle diverse risposte al trattamento, altre malattie o morte per cause diverse dal cancro.

Quindi, mentre le statistiche sul cancro possono darti un’idea generale, non possono prevedere esattamente cosa ti succederà. Chiedi quale tipo di tasso di sopravvivenza sta usando il medico e come si applica a te.

Esistono molti modi diversi per misurare e riportare statistiche sulla sopravvivenza del cancro. La maggior parte delle statistiche viene riportata per uno specifico periodo di tempo, di solito per 5 anni, ma può anche essere di 1, 3 o 10 anni.

Sopravvivenza netta

La sopravvivenza netta rappresenta la probabilità che sopravviva al cancro in assenza di altre cause di morte. È usato per dare una stima della percentuale di persone che sopravviveranno al loro cancro. La sopravvivenza netta replica la sopravvivenza nel tempo e confronta la sopravvivenza tra le popolazioni.

Ad esempio, una sopravvivenza netta a 5 anni del 50% significa che, in media, circa il 50% delle persone sopravviverà al cancro per almeno 5 anni.

Sopravvivenza osservata

La sopravvivenza osservata è la percentuale di persone con un particolare tumore che sono vivi in un dato momento dopo la diagnosi. La sopravvivenza osservata non considera la causa della morte, in modo che le persone che non sono vive 5 anni dopo la loro diagnosi potrebbero essere morte di cancro o di un’altra causa.

Ad esempio, una sopravvivenza osservata a 5 anni del 70% significa che, in media, le persone hanno 7 possibilità su 10 di essere in vita 5 anni dopo la diagnosi.

Sopravvivenza relativa

La sopravvivenza relativa confronta la sopravvivenza di un gruppo di persone con cancro con la sopravvivenza attesa di un gruppo di persone nella popolazione generale che condividono le stesse caratteristiche delle persone con tumore (come età, sesso o dove vivono). Idealmente, il gruppo di persone utilizzate nella popolazione generale non includerebbe le persone con cancro, ma questa stima potrebbe essere difficile da ottenere. Quindi la sopravvivenza relativa può a volte essere sovrastimata.

A differenza della sopravvivenza osservata, che considera tutte le cause di morte, la sopravvivenza relativa misura solo la sopravvivenza del cancro.

Ad esempio, una sopravvivenza relativa a 5 anni del 63% significa che, in media, le persone con diagnosi di cancro hanno una probabilità del 63% di vivere almeno 5 anni dopo la diagnosi rispetto alle persone nella popolazione generale. Le stime di sopravvivenza relativa possono essere superiori al 100%. Ciò significa che la sopravvivenza osservata delle persone con cancro è migliore della sopravvivenza attesa della popolazione generale.

Sopravvivenza media

Media indica il valore medio o il punto medio. La sopravvivenza media è il periodo di tempo dopo la diagnosi o l’inizio del trattamento in cui metà delle persone con cancro sono ancora in vita. In altre parole, si prevede che metà delle persone vivano in media o oltre la sopravvivenza e l’altra metà no.

Ad esempio, se il 50% delle persone con cancro vive ancora 12 mesi dopo la diagnosi, la sopravvivenza media è di 12 mesi.

Altri tipi di statistiche di sopravvivenza

Esistono altri tipi di statistiche di sopravvivenza che vengono utilizzate più frequentemente dai ricercatori che riportano i risultati di studi clinici che analizzano nuovi trattamenti per il cancro. Esempi di questi includono la sopravvivenza libera da malattia (DFS) e la sopravvivenza libera da progressione (PFS):

  • Tasso di sopravvivenza libera da malattia. Questo è il numero di persone che non hanno alcuna evidenza di cancro dopo il trattamento.
  • Tasso di sopravvivenza libero da progressione. Questo è il numero di persone che hanno ricevuto un trattamento per il cancro e che non hanno segni di recidiva del cancro o che hanno un cancro che è rimasto stabile senza crescere.