Cancro del colon-rettò

Panoramica

Il cancro del colon-rettò (chiamato anche cancro del colon o del retto, a seconda di dove iniziano, anche se sono spesso raggruppati perché hanno molte caratteristiche in comune), è un cancro che inizia nel colon o nel retto. Queste due parti formano l’intestino crasso. La maggior parte dell’intestino crasso è formata dal colon, un tubo muscolare lungo circa 1 metro e mezzo, che assorbe acqua e sale del cibo rimanente dopo aver tracciato l’intestino tenue. Il materiale di scarto che rimane dopo aver attraversato il colon viene introdotto nel retto (gli ultimi 15 cm del sistema digestivo), dove viene immagazzinato fino a quando non lascia il corpo attraverso l’ano.

La maggior parte dei tumori del colon-retto inizia come una crescita nel rivestimento interno del colon o del retto chiamato polipo. Alcuni tipi di polipi possono diventare cancerogeni per diversi anni, ma non tutti i polipi diventano cancerogeni. La possibilità di diventare un cancro dipende dal tipo di polipo.

I 2 tipi principali di polipi sono:

  • Polipi adenomatosi (adenomi): polipi che a volte si trasformano in cancro (per questo, gli adenomi sono chiamati condizioni precancerose).
  • Polipi iperplastici e polipi infiammatori: polipi più comuni, ma in generale non precancerosi.

La displasia, un’altra condizione precancerosa, è un’area in un polipo o nel rivestimento del colon o del retto in cui le cellule appaiono anormali (ma non come le vere cellule tumorali).

Tipi di cancro del colon-retto

Il 95% dei tumori del colon-retto ha origine nelle cellule che formano le ghiandole che producono il muco per lubrificare l’interno del colon e del retto. Quando i medici parlano di cancro del colon-retto, parlano quasi sempre di questo tipo:

  • Adenocarcinomi: tipo di tumore che costituisce oltre il 95% dei tumori del colon-retto. Questi tumori iniziano nelle cellule che formano le ghiandole che producono il muco per lubrificare l’interno del colon e del retto.

D’altra parte, altri tipi di tumori meno comuni possono anche iniziare nel colon e nel retto, come ad esempio:

  • Tumori carcinoidi: tipo di cancro che inizia dalle cellule specializzate nella produzione di ormoni nell’intestino.
  • Tumori stromali gastrointestinali (GIST): tipo di tumori che si originano in cellule specializzate nella parete del colon chiamate cellule interstiziali di Cajal e che in alcuni casi non sono cancerose (benigne). Questi tumori possono essere trovati ovunque nel tratto digerente, ma è raro trovarli nel colon.
  • Linfomi: cellule tumorali del sistema immunitario che di solito iniziano nei linfonodi, ma possono anche iniziare nel colon, nel retto o in altri organi.
  • Sarcomi: tipo di tumore che può iniziare nei vasi sanguigni, negli strati muscolari o in altri tessuti connettivi nella parete del colon e del retto. A proposito, i sarcomi del colon o del retto sono rari.

Fattori di rischio

I ricercatori hanno trovato diversi fattori di rischio che potrebbero aumentare la probabilità che una persona sviluppi i polipi colorettali o il cancro del colon-retto, l’essere più rilevante:

  • Sii più vecchio
  • Storia personale di polipi colorettali o cancro del colon-retto
  • Storia personale della malattia infiammatoria intestinale (IBD)
  • Storia familiare di cancro del colon-retto o polipi adenomatosi
  • Avere una sindrome ereditaria
  • L’origine razziale ed etnica
  • Avere il diabete di tipo 2

Inoltre, sono stati rilevati legami tra dieta, peso, esercizio fisico e rischio di cancro del colon-retto. La maggior parte dei fattori legati allo stile di vita correlato al cancro del colon-retto sono:

  • Essere sovrappeso o obesi
  • Inattività fisica
  • Alcuni tipi di diete
  • Fumo
  • Eccessivo consumo di alcol

Segni e sintomi

Il tumore del colon-retto non può causare sintomi immediatamente, ma se lo fa, la maggior parte di essi è più spesso causata da malattie diverse dal cancro del colon-retto, come infezioni, emorroidi o sindrome dell’intestino irritabile.

Alcuni dei possibili sintomi e segni possono includere:

  • Un cambiamento nelle abitudini intestinali, come la diarrea, la stitichezza o il restringimento delle feci, che dura più di pochi giorni
  • Una sensazione che è necessario avere un movimento intestinale che non è sollevato da farlo
  • Sanguinamento rettale
  • Sangue nelle feci, che può far sembrare scuro
  • Crampi o dolore addominale (pancia)
  • Debolezza e stanchezza
  • Perdita di peso involontaria

Inoltre, i tumori del colon-retto possono spesso sanguinare nel tratto digestivo. Anche se a volte il sangue può essere visto nelle feci o farlo sembrare più scuro, le feci sembrano spesso normali. Ma nel tempo, la perdita di sangue può accumularsi e portare a un basso numero di globuli rossi (anemia). A volte, il primo segno di cancro del colon-retto è un esame del sangue che mostra un basso numero di globuli rossi.

Prognosi

Il tasso di sopravvivenza nel cancro del colon-retto è correlato allo stadio del tumore e alla sua posizione. I tumori che si sviluppano nel retto hanno maggiori probabilità di essere più letali di quelli che si sviluppano nel colon. Inoltre, si può notare la differenza principale tra lo stadio iniziale e quello avanzato. Il tasso di sopravvivenza relativa a 5 anni per le persone con carcinoma del colon-retto di stadio I è di circa il 90% e tra l’80% e il 50% nello stadio II, a seconda che si tratti rispettivamente di IIA o IIB. Lo stesso accade nella fase III, dove il tasso di sopravvivenza relativa a 5 anni per lo stadio IIIA è di circa l’80% e il 50% nello stadio IIIB. I tumori del colon che si sono diffusi ad altre parti del corpo sono spesso più difficili da trattare e tendono ad avere una prospettiva più povera. I tumori del colon metastatico o in stadio IV hanno una sopravvivenza relativa a 5 anni di circa l’11%. Tuttavia, ci sono spesso molte opzioni di trattamento disponibili per le persone con questo stadio di cancro.

Diagnosi di cancro colo rettale

IMPORTANTE: LA DIAGNOSI PRECOCE DEL CANCRO È DI VITALE IMPORTANZA PERCHÉ UN CANCRO DIAGNOSO IN UNA FASE ANTICIPATA ―PRIMA CHE SIA CRESCIUTO TROPPO O SI SIA DIFFUSO AD ALTRE AREE DEL CORPO― HA UNA MAGGIORE PROBABILITÀ DI ESSERE TRATTATI CON SUCCESSO. CONTRO, SE IL CANCRO È STATO DISSEMINATO AD ALTRI ORGANI, IL SUO TRATTAMENTO LO RENDE PIÙ DIFFICILE, E IN GENERALE LA PROBABILITÀ DELLA SOPRAVVIVENZA È MOLTO INFERIORE.

Stato dell’arte

Alcune tecniche sono state sviluppate con lo scopo di diagnosticare il cancro del colon-retto. Queste tecniche sono colonscopia e analisi del sangue, ma presentano alcune limitazioni come lo stress nel paziente causato dall’inserimento del tubo o la mancanza di specificità del test del sangue. Per queste ragioni, è necessario sviluppare nuovi metodi per affrontare l’identificazione di questo tipo di cancro.