Cancro alla tiroide

Panoramica

Il cancro della tiroide è un cancro che inizia nella tiroide (una ghiandola endocrina consiste di due lobi collegati, che sono nella parte anteriore del collo sotto la prominenza laringea).

La tiroide secerne ormoni tiroidei, che influenzano il metabolismo, la sintesi proteica, appetito, la motilità intestinale, l’assorbimento di sostanze e sono coinvolti in modo significativo nello sviluppo del corpo. Qualsiasi disturbo funzionale di questa ghiandola può portare a gravi problemi generali nel corpo e per questo motivo è controllato in modo molto preciso. La tiroide ha due principali tipi di cellule: cellule follicolari e cellule C. Il ruolo delle cellule follicolari è quello di produrre ormoni tiroidei che controllano il metabolismo, mentre la funzione delle cellule C è la sintesi di calcitonina per controllare i livelli di calcio nel corpo.

I cancri della tiroide di solito iniziano nelle cellule follicolari, ma possono anche originarsi nelle cellule C.

Tipi di cancro alla tiroide

I medici dividono il cancro alla tiroide in tre tipi principali in base all’origine delle cellule coinvolte. Questi sono:

  • Differenziata (inclusa la cellula papillare, follicolare e di Hürthle). Esistono 3 tipi di differenziati:
    • Carcinoma papillare: circa 8 casi su 10 di carcinoma della tiroide sono tumori papillari. I tumori papillari tendono a crescere molto lentamente.
    • Il tumore follicolare: chiamato anche carcinoma follicolare o adenocarcinoma follicolare, è il prossimo tipo più comune.
    • Carcinoma delle cellule di Hürthle: è difficile ottenere un trattamento.
  • Midollare: si sviluppa dalle cellule C della ghiandola tiroidea. Questo tipo di cancro alla tiroide è più difficile da trovare e curare. Esistono 2 tipi di MTC (Carcinoma Midollare della Tiroide):
    • Sporadic MTC: non è ereditato.
    • Famiglia MTC: ereditata e dal 20% al 25% può verificarsi in ogni generazione di una famiglia. Questi tumori si sviluppano spesso durante l’infanzia o la prima età adulta e possono diffondersi presto.
  • Anaplastico (un tumore non differenziato aggressivo): questo tumore è chiamato indifferenziato perché le cellule tumorali non assomigliano molto a cellule tiroidee normali al microscopio.

Fattori di rischio

Il rischio di contrarre il cancro alla tiroide può essere aumentato da fattori di diversa natura. Alcuni di essi possono essere controllati, ad esempio, evitando le radiazioni, ma ce ne sono altri che non possono essere controllati, come le condizioni ereditarie.

I fattori di rischio per il cancro alla tiroide includono:

  • Sesso femminile
  • Condizioni ereditarie
  • Dieta a basso contenuto di iodio
  • Radiazione

Segni e sintomi

Nonostante il fatto che alcuni tipi di cancro non possono essere rilevati fino a quando non sono in uno stadio avanzato di sviluppo, potrebbe essere importante considerare alcuni dei sintomi che potrebbero avvertirci sulla loro presenza:

  • Un nodulo che può essere sentito attraverso la pelle del collo
  • Cambiamenti nella voce, inclusa una maggiore raucedine
  • Difficoltà a deglutire
  • Dolore al collo e alla gola
  • Infiammazione dei linfonodi nel collo

Prognosi

La sopravvivenza nel cancro della tiroide è fortemente legata allo stadio del tumore e dipende anche dalla natura delle cellule coinvolte. Nei tre principali tipi di cancro della tiroide spiegati sopra, il tasso di sopravvivenza a 5 anni nelle fasi iniziali (I e II) è approssimativamente del 100%. Tuttavia, nelle fasi più avanzate ci sono alcune differenze tra i diversi tipi di cancro, dal momento che i tassi di sopravvivenza sono più o meno dell’80% nella terza fase. È stato notato, nello stadio IV, che nel cancro della tiroide capillare e follicolare il tasso di sopravvivenza a 5 anni è del 50%, mentre nel carcinoma midollare della tiroide è molto più basso. Essendo una condizione rara, ma non meno importante, il cancro anaplastico è molto letale, poiché la maggior parte dei pazienti con diagnosi di questo tipo di cancro vive tra 2 e 6 mesi.

Diagnosi di cancro alla tiroide

IMPORTANTE: LA DIAGNOSI PRECOCE DEL CANCRO È DI VITALE IMPORTANZA PERCHÉ UN CANCRO DIAGNOSO IN UNA FASE ANTICIPATA ―PRIMA CHE SIA CRESCIUTO TROPPO O SI SIA DIFFUSO AD ALTRE AREE DEL CORPO― HA UNA MAGGIORE PROBABILITÀ DI ESSERE TRATTATI CON SUCCESSO. CONTRO, SE IL CANCRO È STATO DISSEMINATO AD ALTRI ORGANI, IL SUO TRATTAMENTO LO RENDE PIÙ DIFFICILE, E IN GENERALE LA PROBABILITÀ DELLA SOPRAVVIVENZA È MOLTO INFERIORE.

Stato dell’arte

In generale, sono state utilizzate diverse tecniche per diagnosticare la presenza di cancro alla tiroide. I più usati sono tecniche di imaging, biopsie, analisi del sangue ed esami fisici. Tuttavia, ci sono alcune limitazioni dovute allo stress nel paziente derivato dall’estrazione di un pezzo di tessuto, la bassa efficienza della predizione dell’analisi del sangue, la bassa risoluzione degli esami fisici o l’alto costo di alcuni metodi, come analisi computerizzata, tomografia, tomografia ad emissione di positroni o sistema ad ultrasuoni.