Cancro alla cistifellea

Panoramica

Il cancro della cistifellea è un tipo di tumore che inizia nella cistifellea (un piccolo organo a forma di pera sul lato destro dell’addome umano, sotto il fegato).

La cistifellea appartiene al sistema biliare e funge da riserva per la bile, che viene prodotta nel fegato ed è necessaria per l’emulsione dei grassi nel tratto digestivo. Quando i grassi vengono rilevati nel duodeno, questo organo riceve un segnale molecolare che lo farà contrarre ritmicamente e, quindi, rilasciare il contenuto nel dotto biliare comune e, infine, drenare nel duodeno. Questo processo è molto importante per assicurare un adeguato assorbimento dei grassi inizialmente rilevati e anche perché i sali biliari rilasciati svolgeranno un ruolo fondamentale nell’eliminazione della bilirubina (un prodotto del metabolismo dell’emoglobina) dell’organismo.

Il cancro della cistifellea non è molto comune. La maggior parte dei tumori rilevati sono adenocarcinomi, sviluppati in cellule con proprietà simili alle ghiandole, ma ci sono altri tumori che devono essere presi in considerazione.

Tipi di cancro alla colecisti

I medici dividono il cancro della cistifellea in due gruppi principali, come:

  • Adenocarcinomi. Rappresentano il 90% dei casi diagnosticati. L’adenocarcinoma papillare o semplicemente il cancro papillare è un tipo di adenocarcinoma della cistifellea che merita una menzione speciale. Quando vengono visualizzate con un microscopio, le cellule di questi tumori della cistifellea sono organizzate in proiezioni a forma di dito.
  • Altri tumori, come carcinomi adenosquamosi, carcinomi a cellule squamose, carcinomi a piccole cellule e sarcomi, possono svilupparsi nella cistifellea, ma sono rari.

Fattori di rischio

Un numero di fattori può aumentare il rischio di cancro alla cistifellea. Alcuni fattori di rischio possono essere controllati avendo uno stile di vita più sano, mentre altri non possono essere trattati, come la storia familiare.

  • La presenza di calcoli biliari
  • Condizione della cistifellea di porcellana
  • Genere femminile
  • Obesità
  • Vecchiaia
  • La presenza di cisti del coledoco
  • Anomalie nei dotti biliari
  • La presenza di polipi della cistifellea
  • Stato della colangite sclerosante primitiva
  • Infezione cronica da Salmonella
  • Storia familiare

Segni e sintomi

Nonostante il fatto che la maggior parte dei tumori della colecisti non causino alcun sintomo fino a quando non si sono diffusi troppo lontano per guarire, i pazienti con tumore precoce della colecisti possono presentare uno dei seguenti sintomi:

  • Dolore addominale, in particolare nella parte superiore destra dell’addome
  • Distensione addominale
  • Prurito
  • Febbre
  • Perdita di appetito
  • Perdere peso senza provarci
  • Nausea
  • Ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi (ittero)

Prognosi

Come con molti altri tipi di cancro, il risultato dipende da quanto è avanzato il cancro quando viene diagnosticato. Sfortunatamente, per la maggior parte delle persone, la cistifellea non ha una prospettiva molto buona. Per le persone che hanno il cancro nel rivestimento della cistifellea, l’80% sopravvive per 5 anni o più dopo la diagnosi. Tuttavia, nel caso in cui il tumore si sia diffuso nel muscolo (stadio I), solo 50 su 100 sopravviveranno per 5 anni o più dopo la diagnosi. A causa della difficoltà di individuare questo tipo di cancro, solo poco più di 25 persone su 100 sopravvivono per almeno 5 anni dopo la diagnosi. Meno di 10 persone su 100 con carcinoma della cistifellea in stadio III o IV sopravviveranno per 5 anni o più.

Diagnosi di cancro alla cistifellea

IMPORTANTE: LA DIAGNOSI PRECOCE DEL CANCRO È DI VITALE IMPORTANZA PERCHÉ UN CANCRO DIAGNOSO IN UNA FASE ANTICIPATA ―PRIMA CHE SIA CRESCIUTO TROPPO O SI SIA DIFFUSO AD ALTRE AREE DEL CORPO― HA UNA MAGGIORE PROBABILITÀ DI ESSERE TRATTATI CON SUCCESSO. CONTRO, SE IL CANCRO È STATO DISSEMINATO AD ALTRI ORGANI, IL SUO TRATTAMENTO LO RENDE PIÙ DIFFICILE, E IN GENERALE LA PROBABILITÀ DELLA SOPRAVVIVENZA È MOLTO INFERIORE.

Stato dell’arte

In passato, diversi tipi di sistemi di rilevamento sono stati utilizzati allo scopo di rilevare questo tipo di cancro (come gli esami del sangue) progettati per valutare le funzioni epatiche e le tecniche di imaging. Tuttavia, questi sistemi sono intrinsecamente limitati. In primo luogo, questo organo è profondo nel corpo e, quindi, i tumori difficilmente possono essere visti. In secondo luogo, l’affidabilità degli esami del sangue di cui sopra non è abbastanza elevata e, per questo motivo, non dovrebbe essere presa in considerazione.

In conclusione, al momento, questo tipo di cancro non può essere rilevato adeguatamente nelle fasi iniziali a causa delle limitazioni già spiegate e, in generale, si trovano solo dopo che il tumore è cresciuto abbastanza da causare segni o sintomi.